Gionata

Vorrei morire al tramonto e rinascere all’alba. Perché è la notte che rende il mio cuore inquieto e vittima dell’abbandono che talvolta il sole riesce a sciogliere. SMS post ore 19:32

“Tracce di me” quinta parte

TRENTO, MERCOLEDI’ 4 AGOSTO 2004 Casa di Sbucc MI basta poco. Non mi serve molto per riallinearmi con l’equilibrio che mi rende libero. Mi basta parlare con qualcuno che mi ascolta. Mi basta parlare con qualcuno che si sa raccontare; svegliarmi attorno a persone che sappiano sorridere, sappiano anche dubitare di me, purché rinnovino in ma la capacità di ripropormi. … Continua a leggere

Gionata

Ho sempre guardato al tuo corpo come al più bello, al più perfetto ed ho abbracciato il tuo cuore fragile ed ingenuo con le mie mani calde e piene dello stesso amore di cui andavo in cerca. Ma che non ho trovato.

Gionata

Non sono sicuro possa esser tu la guarigione alla stessa ferita che hai aperto e non sono sicuro che tu riesca mai a capire chi sono veramente. Quali sono le mie speranze, quali i miei sogni e come essi torturano la mia ragione minuto dopo minuto.